Ispirazione della Parashah – Re’eh

עַשֵּׂ֣ר תְּעַשֵּׂ֔ר אֵ֖ת כָּל־תְּבוּאַ֣ת זַרְעֶ֑ךָ הַיֹּצֵ֥א הַשָּׂדֶ֖ה שָׁנָ֥ה שָׁנָֽה: וְאָֽכַלְתָּ֞ לִפְנֵ֣י | יְהֹוָ֣ה אֱלֹהֶ֗יךָ בַּמָּק֣וֹם אֲשֶׁר־יִבְחַר֘ לְשַׁכֵּ֣ן שְׁמ֣וֹ שָׁם֒ מַעְשַׂ֤ר דְּגָֽנְךָ֙ תִּֽירשְׁךָ֣ וְיִצְהָרֶ֔ךָ וּבְכֹרֹ֥ת בְּקָֽרְךָ֖ וְצֹאנֶ֑ךָ לְמַ֣עַן תִּלְמַ֗ד לְיִרְאָ֛ה אֶת־יְהֹוָ֥ה אֱלֹהֶ֖יךָ כָּל־הַיָּמִֽים: וְכִֽי־יִרְבֶּ֨ה מִמְּךָ֜ הַדֶּ֗רֶךְ כִּ֣י לֹ֣א תוּכַל֘ שְׂאֵתוֹ֒ כִּֽי־יִרְחַ֤ק מִמְּךָ֙ הַמָּק֔וֹם אֲשֶׁ֤ר יִבְחַר֙ יְהֹוָ֣ה אֱלֹהֶ֔יךָ לָשׂ֥וּם שְׁמ֖וֹ שָׁ֑ם כִּ֥י יְבָֽרֶכְךָ֖ יְהֹוָ֥ה אֱלֹהֶֽיךָ: וְנָֽתַתָּ֖ה בַּכָּ֑סֶף וְצַרְתָּ֤ הַכֶּ֨סֶף֙ בְּיָ֣דְךָ֔ וְהָֽלַכְתָּ֙ אֶל־הַמָּק֔וֹם אֲשֶׁ֥ר יִבְחַ֛ר יְהֹוָ֥ה אֱלֹהֶ֖יךָ בּֽוֹ: וְנָֽתַתָּ֣ה הַכֶּ֡סֶף בְּכֹל֩ אֲשֶׁר־תְּאַוֶּ֨ה נַפְשְׁךָ֜ בַּבָּקָ֣ר וּבַצֹּ֗אן וּבַיַּ֨יִן֙ וּבַשֵּׁכָ֔ר וּבְכֹ֛ל אֲשֶׁ֥ר תִּשְׁאָֽלְךָ֖ נַפְשֶׁ֑ךָ וְאָכַ֣לְתָּ שָּׁ֗ם לִפְנֵי֙ יְהֹוָ֣ה אֱלֹהֶ֔יךָ וְשָֽׂמַחְתָּ֖ אַתָּ֥ה וּבֵיתֶֽךָ:

Darete la decima da tutto quello che produrrà la tua semenza, da quello che ti frutterà il campo ogni anno. Mangerai, in presenza del SIGNORE tuo Dio, nel luogo che Egli avrà scelto come dimora del Suo nome, la decima del tuo frumento, del tuo mosto, del tuo olio e i primi parti dei tuoi armenti e delle tue greggi, affinché tu impari a temere sempre il SIGNORE, il tuo Dio. Ma se il cammino è troppo lungo per te, e tu non puoi trasportare fin là quelle decime, essendo troppo lontano da te il luogo che il SIGNORE, il tuo Dio, avrà scelto per stabilirvi il Suo nome, perché il SIGNORE, il tuo Dio, ti avrà benedetto, allora le convertirai in denaro, terrai stretto in mano questo denaro, andrai al luogo che il SIGNORE, il tuo Dio, avrà scelto. Impiegherai quel denaro per comperarti tutto quello che il tuo cuore desidera: buoi, pecore, vino, bevande alcoliche, o qualunque cosa possa piacerti di più; e lì mangerai in presenza del SIGNORE tuo Dio, e ti rallegrerai tu con la tua famiglia.

Deuteronomio 14:22-26

Questa parasha, come molte nel Deuteronomio, contiene moltissime mitzvot. Nel capitolo 14, vediamo nei versetti 22-26 le mitzvot relative alla seconda decima. Il comandamento della seconda decima consiste nel mettere da parte il dieci per cento del cibo per essere a Gerusalemme durante le feste di pellegrinaggio.

Normalmente pensiamo alla decima come denaro che diamo via, quindi è un po’ strano pensare al denaro che usiamo come decima. Ma il comandamento è abbastanza chiaro, mettiamo da parte del denaro durante tutto l’anno per usarlo in particolare a Gerusalemme per il cibo quando andiamo per Pesach, Shavuot e Succot. In realtà è quasi come un fondo per le vacanze. Si presuppone di andare a Gerusalemme e questo comandamento assicura di avere fondi sufficienti per poter fare così in occasione delle feste stabilite.

Similmente alla prima decima, che noi possiamo commemorare dando alla nostra sinagoga locale, possiamo commemorare anche la seconda decima. Possiamo mettere da parte dei fondi per andare in Israele e spenderli là ogni anno. Proprio come ci è comandato di spendere il dieci per cento delle nostre entrate per i nostri pellegrinaggi a Gerusalemme e al tempio, possiamo mettere da parte del denaro durante tutto l’anno per andare a Gerusalemme, anche se oggi il tempio non esiste.

Un’altra mitzvah che è interessante notare come è collegata alla seconda decima si trova nel capitolo 16:16. Quando andiamo a Gerusalemme durante queste feste di pellegrinaggio, non dobbiamo andare a mani vuote. Questo è il comandamento per la Chagigah (חגיגה), l’offerta festiva. La Chagigah è un’offerta che tutti i maschi devono portare durante ogni festa: Pesach, Shavuot e Succot. Questa offerta viene portata in aggiunta alle altre offerte comandate per queste feste. Alla Chagigah è dedicato un intero trattato del Talmud. La Chagigah è un tipo di offerta chiamata Shlamim, cioè un’offerta di “pace”. Una parte del sacrificio è l’odore piacevole ad HaShem, una parte dell’offerta viene mangiata dai Kohanim e un’altra parte dell’offerta viene mangiata da chi porta l’offerta. Un aspetto discusso nel trattato Chagigah è se il denaro della seconda decima possa essere usato per comprare l’offerta Chagigah. E’ interessante quello che viene deciso. Una Chagigah può essere portata da ogni maschio, tuttavia, la Chagigah aggiuntiva piò essere portata come uno desidera. Di conseguenza, la prima Chagigah, quella richiesta, deve essere acquistata con i fondi al di fuori della seconda decima. Le offerte Chagigah aggiuntive possono essere acquistate con denaro della seconda decima.

Un altro aspetto importante della Chagigah è che deve essere portata da ogni maschio. Di conseguenza, costituisce la maggior parte del pasto della Festa per ognuna delle Feste di pellegrinaggio. Questo comprende Pesach, con la maggior parte del cibo del Seder che proviene dall’offerta Chagigah. L’offerta di Pesach era riservata alla fine del pasto per assicurarsi che tutti i presenti mangiassero veramente un pezzo del Pesach, ma la parte maggiore del pasto in verità era l’offerta Chagigah.

Shabbat Shalom.

ISCRIVETEVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevete il nostro insegnamento settimanale e imparate la Torah

Rabbi Steven Bernstein

Steve was born on Lag B’Omer in Ann Arbor, MI but was raised in Gainesville, FL. The son of two University of Florida professors, he excelled in the sciences in school. In addition to his normal academic studies, he pursued his Jewish education studying with many Rabbis and professors of Judaic Studies from the University including visiting Rabbis such as Abraham Joshua Heschel and Shlomo Carlebach.