Ispirazione della Parashat – Ki Tetzeh

כִּֽי־יִקַּ֥ח אִ֛ישׁ אִשָּׁ֖ה וּבְעָלָ֑הּ וְהָיָ֞ה אִם־לֹ֧א תִמְצָא־חֵ֣ן בְּעֵינָ֗יו כִּי־מָ֤צָא בָהּ֙ עֶרְוַ֣ת דָּבָ֔ר וְכָ֨תַב לָ֜הּ סֵ֤פֶר כְּרִיתֻת֙ וְנָתַ֣ן בְּיָדָ֔הּ וְשִׁלְּחָ֖הּ מִבֵּיתֽוֹ:

Quando un uomo prende una moglie ed è intimo con lei, e succede che lei non trova favore ai suoi occhi perché scopre in lei una cosa sconveniente [morale], e scrive per lei una sentenza di divorzio e gliela mette in mano, e la manda via dalla sua casa.

Deuteronomio 24:1

בֵּית שַׁמַּאי אוֹמְרִים, לֹא יְגָרֵשׁ אָדָם אֶת אִשְׁתּוֹ אֶלָּא אִם כֵּן מָצָא בָהּ דְּבַר עֶרְוָה, שֶׁנֶּאֱמַר (דברים כד), כִּי מָצָא בָהּ עֶרְוַת דָּבָר. וּבֵית הִלֵּל אוֹמְרִים, אֲפִלּוּ הִקְדִּיחָה תַבְשִׁילוֹ, שֶׁנֶּאֱמַר (שם), כִּי מָצָא בָהּ עֶרְוַת דָּבָר. רַבִּי עֲקִיבָא אוֹמֵר, אֲפִלּוּ מָצָא אַחֶרֶת נָאָה הֵימֶנָּה, שֶׁנֶּאֱמַר (שם), וְהָיָה אִם לֹא תִמְצָא חֵן בְּעֵינָיו:

Beit Shammai dice: Un uomo non può divorziare da sua moglie, a meno che non scopra che lei si è impegnata in una questione di rapporti sessuali proibiti [devar erva], cioè, ha commesso adulterio o è sospettata di farlo, come è detto: “Perché egli ha trovato in lei qualche cosa di sconveniente [ervat davar], e le scrive un rotolo con la separazione” (Deuteronomio 24:1). E Beit Hillel dice: Egli può divorziare da lei anche per una questione minore, ad esempio, perché ha bruciato o salato troppo il suo piatto, come si legge: “Perché ha trovato in lei qualche cosa di sconveniente”, intendendo che ha trovato in lei qualsiasi tipo di difetto. Rabbi Akiva dice: Può divorziare anche se ha trovato un’altra donna più bella di lei e vuole sposarla, come è detto in quel versetto: “E avviene, se lei non trova favore ai suoi occhi”

(Deuteronomio 24:1). Mishna Gittin 9:10

7 Gli dissero: “Allora perché Moshe ha dato il comandamento che un uomo deve dare alla moglie un get e divorziare?”[c] 8 Egli rispose: “Moshe vi ha permesso di divorziare dalle vostre mogli perché i vostri cuori sono così induriti. Ma non è così che era all’inizio. 9 Ora quello che vi dico è che chiunque divorzia dalla propria moglie, tranne che per immoralità sessuale, e sposa un’altra donna commette adulterio!”

Matteo 19:7-9

La porzione di Torah di questa settimana contiene 74 mitzvot. Tra queste c’è la procedura per il divorzio. Il divorzio è spesso frainteso nei circoli credenti di Yeshua a causa delle dichiarazioni di Yeshua registrate per noi in Matteo capitolo 19. Tuttavia, le dichiarazioni di Yeshua devono essere comprese nel contesto della Mesorah orale del tempo.

Yeshua afferma molto chiaramente che il divorzio è valido solo in caso di adulterio. Che nessun’altra ragione è sufficiente per concedere un divorzio. Che un risposarsi di qualcuno che è divorziato per qualsiasi motivo diverso dall’adulterio è di per sé adulterio. Ma Yeshua fece la sua dichiarazione sapendo che gli ascoltatori erano pienamente consapevoli del famoso dibattito tra Hillel e Shammai che era stato incluso nella Mesorah orale.

Mishnah Gittin finisce con questo famoso dibattito. Shammai dice che il divorzio può essere concesso solo in caso di adulterio. Hillel dice che il divorzio può essere concesso anche se lei brucia la cena. E poi, Mishnah Gittin finisce. Non c’è risoluzione al dibattito, e il fatto che non ci sia una risoluzione è intenzionale. Qual è il punto di Shammai? Il punto di Shammai è molto semplice, il divorzio non è qualcosa che può essere preso alla leggera. Il divorzio è l’ultima risorsa e non può essere fatto in modo frivolo. Qual è il punto di Hillel? Anche il punto di Hillel è semplice. Nei casi di divorzio ci sono moltissime circostanze attenuanti. I casi in tribunale per il divorzio sono molte volte orribili e variano molto. In tribunale si deve tenere conto di questa variazione nei singoli casi. La Mishnah non porta risoluzione a questo dibattito per una ragione molto importante, entrambi i punti di vista sono assolutamente corretti. Il divorzio non è qualcosa che può essere preso alla leggera. Ci sono molte, molte circostanze attenuanti presenti nei casi di divorzio che hanno un’influenza diretta sul fatto che un divorzio debba essere concesso o meno. Queste circostanze attenuanti devono essere prese in considerazione in ogni caso e non si può fare una regola generale.

Il contesto della dichiarazione di Yeshua è chiaro. Il punto che sta facendo è identico a quello di Shammai, cioè che il divorzio non può essere preso alla leggera. Il divorzio è l’ultima risorsa. Per spiegare questo punto, Yeshua porta la posizione di Shammai. Questo non invalida in alcun modo la posizione di Hillel. La gente che ascolta la discussione capisce questo. Ci sono molte circostanze attenuanti che possono causare un divorzio, ma questo non è il punto di Yeshua. Yeshua sta facendo la dichiarazione che il divorzio non deve essere preso alla leggera. Non sta affrontando le circostanze attenuanti come l’abuso, la dipendenza da sostanze, la cattiva gestione finanziaria, ecc. In nessun modo Yeshua sta facendo una legge generale contro il divorzio, tranne nel caso di adulterio. La Mesorah Orale chiarisce che questo è impossibile da fare in modo giusto. La posizione di Hillel rimane, semplicemente non è il punto di vista che Yeshua sta cercando di esprimere in questo momento, in questo argomento.

Il divorzio è un evento estremamente difficile e orribile. Ci viene comandato semplicemente di amare le persone coinvolte e di aiutarle a superare questo momento difficile come meglio possiamo. Shabbat shalom.

ISCRIVETEVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevete il nostro insegnamento settimanale e imparate la Torah

Rabbi Steven Bernstein

Steve was born on Lag B’Omer in Ann Arbor, MI but was raised in Gainesville, FL. The son of two University of Florida professors, he excelled in the sciences in school. In addition to his normal academic studies, he pursued his Jewish education studying with many Rabbis and professors of Judaic Studies from the University including visiting Rabbis such as Abraham Joshua Heschel and Shlomo Carlebach.