Ispirazione della Parashat – Shelach

וַיֹּ֥אמֶר יְהֹוָ֖ה אֶל־משֶׁ֥ה לֵּאמֹֽר: דַּבֵּ֞ר אֶל־בְּנֵ֤י יִשְׂרָאֵל֙ וְאָֽמַרְתָּ֣ אֲלֵהֶ֔ם וְעָשׂ֨וּ לָהֶ֥ם צִיצִ֛ת עַל־כַּנְפֵ֥י בִגְדֵיהֶ֖ם לְדֹֽרֹתָ֑ם וְנָֽתְנ֛וּ עַל־צִיצִ֥ת הַכָּנָ֖ף פְּתִ֥יל תְּכֵֽלֶת:

Il Signore parlò a Mosè, dicendo: Parla ai figli d’Israele e dirai loro che si facciano delle frange agli angoli delle loro vesti, per tutte le loro generazioni, e che appongano un filo di colore azzurro sulla frangia di ogni angolo.

Numeri 15:37-38

וִידֵ֣י אָדָ֗ם מִתַּ֙חַת֙ כַּנְפֵיהֶ֔ם עַ֖ל אַרְבַּ֣עַת רִבְעֵיהֶ֑ם וּפְנֵיהֶ֥ם וְכַנְפֵיהֶ֖ם לְאַרְבַּעְתָּֽם:

E avevano mani umane sotto le loro ali ai loro quattro lati, e le loro facce e le loro ali erano [uguali] a tutti e quattro.

Ezechiele 1:8

La porzione di Torah di questa settimana contiene il comandamento degli Tzitzit. I figli di Israele osservano questo comandamento in un modo molto specifico. Si indossa un indumento a quattro angoli e gli Tzitzit sono legati in ogni angolo. Alcuni minhagim (consuetudini) includono il filo di techelet blu, e alcuni minhagim usano solo lana non tinta. La Halacha, tuttavia, sostiene che gli Tzitzit sono indossati solo in un indumento a quattro angoli che va sopra le spalle.

Uno dei motivi per cui i saggi ci hanno insegnato ad indossare gli Tzitzit in questo modo è a causa del riferimento che vediamo qui in Ezechiele 1. La comprensione riguarda la parola כנפ kanaf, che può davvero significare due cose diverse. Può significare angolo, come in Numeri 15:38, e può anche significare ala, come in Ezechiele 1:8. Anche se il significato della parola può essere in gran parte determinato dal contesto, è importante eseguire una mitzvah di questa portata nel modo più preciso possibile. Di conseguenza, quando vediamo che le mani sono sotto il kanaf, l’ala, possiamo anche capire che le mani devono essere sotto l’angolo, kanaf. Pertanto, lo Tzitzit deve essere indossato in un indumento che ha quattro angoli, kanaf, che deve essere indossato sopra le braccia o le mani. Per il nostro scopo qui, questo deve significare sopra le spalle.

Alcuni gruppi tentano di legare gli Tzitzit al passante della cintura o di agganciarli ai pantaloni. La mia sposa, Roni, li chiama frange da pazzi. Questo è ovviamente un malinteso ignorante del comandamento. I gruppi che adottano questo uso casuale del nome di Hashem stanno cercando di dissociarsi da Israele e dalla comprensione dei comandamenti da parte di Israele.

Stanno seguendo i propri occhi e il proprio cuore, prostituendosi. Mancano completamente lo scopo della mitzvah, che è quello di ricordare a noi stessi di seguire tutti i comandamenti di Hashem, insieme come nazione. Shabbat shalom.

ISCRIVETEVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevete il nostro insegnamento settimanale e imparate la Torah

Rabbi Steven Bernstein

Steve was born on Lag B’Omer in Ann Arbor, MI but was raised in Gainesville, FL. The son of two University of Florida professors, he excelled in the sciences in school. In addition to his normal academic studies, he pursued his Jewish education studying with many Rabbis and professors of Judaic Studies from the University including visiting Rabbis such as Abraham Joshua Heschel and Shlomo Carlebach.