Ispirazione della Parashat – Vayeshev

וַיְהִ֗י עֵ֚ר בְּכ֣וֹר יְהוּדָ֔ה רַ֖ע בְּעֵינֵ֣י יְהֹוָ֑ה וַיְמִתֵ֖הוּ יְהֹוָֽה: וַיֹּ֤אמֶר יְהוּדָה֙ לְאוֹנָ֔ן בֹּ֛א אֶל־אֵ֥שֶׁת אָחִ֖יךָ וְיַבֵּ֣ם אֹתָ֑הּ וְהָקֵ֥ם זֶ֖רַע לְאָחִֽיךָ: וַיֵּ֣דַע אוֹנָ֔ן כִּ֛י לֹּ֥א ל֖וֹ יִֽהְיֶ֣ה הַזָּ֑רַע וְהָיָ֞ה אִם־בָּ֨א אֶל־אֵ֤שֶׁת אָחִיו֙ וְשִׁחֵ֣ת אַ֔רְצָה לְבִלְתִּ֥י נְתָן־זֶ֖רַע לְאָחִֽיו: וַיֵּ֛רַע בְּעֵינֵ֥י יְהֹוָ֖ה אֲשֶׁ֣ר עָשָׂ֑ה וַיָּ֖מֶת גַּם־אֹתֽוֹ:

Ma Er, primogenito di Giuda, era perverso agli occhi del SIGNORE; e il SIGNORE lo fece morire. Allora Giuda disse a Onan: «Va’ dalla moglie di tuo fratello, prenditela in moglie come cognato e suscita una discendenza a tuo fratello». Onan, sapendo che quei discendenti non sarebbero stati suoi, quando si accostava alla moglie di suo fratello, faceva in modo d’impedire il concepimento, per non dare discendenti al fratello. Ciò che egli faceva dispiacque al SIGNORE, il quale fece morire anche lui.

Genesi 38:7-10

La porzione di Torah di questa settimana contiene il comandamento un po’ strano dell’ Yibum, il matrimonio leviratico (dal latino levir = cognato). Parte della difficoltà nella comprensione di questo comandamento è nella traduzione. Il termine Yibum non significa affatto matrimonio. Né la parola matrimonio appare da nessuna parte nell’ebraico. Quindi, cos’è Yibum e perché è un comandamento?

Intrinseco nell’istruzione di Hashem dell’ Yibum è il concetto dei diritti di una moglie. La Torah ci istruisce spesso di essere gentili e a mostrare misericordia alle vedove e agli orfani. Perché? La risposta è che le vedove diventano molto facilmente prive di diritti dopo la morte del loro coniuge. Non solo, ma anche la proprietà e la terra associate al defunto potrebbero scomparire dalla famiglia. Per evitare queste cose, Hashem ci ha comandato l’Yibum.

Se il marito di una coppia senza figli muore, il fratello del marito deve dare alla moglie del defunto un figlio come continuazione della linea familiare. Il bambino sarà considerato dalla comunità come il figlio del defunto, piuttosto che il figlio del fratello del defunto. In questo modo, la continuità dell’eredità è assicurata.

Nella porzione di questa settimana, Onan sceglie di non adempiere al comandamento dell’ Yibum. La violazione di questa mitzvà è considerata così grave che Hashem mette a morte Onan. La Torah non spiega perché Onan fa questa scelta. Basti dire che il motivo non è importante. Ciò che è importante è che il comandamento di Yibum è stato violato.

Il comandamento di Yibum è considerato così importante e degno di studio e comprensione, che uno dei più grandi trattati del Talmud è completamente dedicato a questa pratica, Yevamot. La pratica e l’importanza della continuazione della linea di eredità è un tema costante nella Torah, e anche se oggi non ci impegniamo nella pratica dell’ Yibum, è nostro dovere assicurare che i diritti del coniuge del defunto non vengano infranti. Shabbat shalom.

ISCRIVETEVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevete il nostro insegnamento settimanale e imparate la Torah

Rabbi Steven Bernstein

Steve was born on Lag B’Omer in Ann Arbor, MI but was raised in Gainesville, FL. The son of two University of Florida professors, he excelled in the sciences in school. In addition to his normal academic studies, he pursued his Jewish education studying with many Rabbis and professors of Judaic Studies from the University including visiting Rabbis such as Abraham Joshua Heschel and Shlomo Carlebach.